Downshifting

Il termine downshifting fu usato per la prima volta nel 1994 dal Trends Research Institute di New York per indicare il comportamento di persone che barattavano una riduzione anche consistente del loro salario in cambio di maggior tempo a disposizione. Downshifting significa “adottare uno stile di vita rilassato, più naturale“.
Per il downshifter il tempo è più importante del denaro, mentre sono disvalori l’accumulo di ricchezza ed il consumo fine a se stesso.
Il valore assoluto è il tempo e, allora, perchè investirlo in consumi non necessari? Perchè lavorare un mese intero per comprare un capo firmato, o una settimana per parlare al cellulare?
Altri movimenti hanno teorizzato un approccio simile, come gli hippy o i dropout negli anni ‘60 e ‘70, ma la loro posizione era antisistema, quindi più facilmente contenibile. I downshifter sono dentro il sistema e, per questo, molto più pericolosi.

Da WEB ERGO SUM di Gianroberto Casaleggio.

Share

Lascia un Commento