Archive for 2003

nov
25
2003

Torpore…

Oggi la giornata non mi passa più. Nonostante ci siano diverse cose da fare continuo a guardare l’orologio e ogni volta il tempo mi pae si sia fermato. Il problema è che ho un sonno cosmico perchè ieri sera mi sono infilata a letto e ho avuto la malaugurata idea di aprire il libro che sto leggendo: non ho avuto pace finchè non ho visto l’ultima pagina! Ora ho due problemi: tanto sonno e… che cavolo leggo stasera?
… Io vado col taglio netto… speriamo che la forza sia con me!!!

Share

nov
24
2003

I vigili di Vaglia

Vaglia: comune toscano che nessuno si accorgerebbe che esiste se non fosse piantato in mezzo alla Bolognese.
Vaglia: unico comune in Italia che c’ha un rapporto abitanti/vigili di circa 1:1.
Ora, questi vigili sono i più grantestedicazzorottinculo che si sia mai visto, e il bello è che non è che ce n’è uno + testadicazzo di un altro…no…sono tutti testedicazzo uguali.
Bisognerebbe fare una colletta per costruire una galleria che parte da San Piero e arriva a San Bartolo, magari fatta con il cemento rancido della Mila (che lavora, guardunpò, a Vaglia, oltre a fare un pò troppo la simpatica…).
Oppure si potrebbe eliminare il problema alla radice usando il napalm.

Share

nov
24
2003

non ho parole…

grazie Mila!!
Era quello che mi ci voleva. Il coraggio e la forza che si fatica a trovare in noi stessi spesso ci viene dagli altri.
Non so cosa voglio e non so dove vado, ma almeno mi sembra giusto poterlo fare serenamente, no?
Si, si, non c’è dubbio!
L’idea del bagno caldo al chiaro di luna è uno spettacolo, ottimo modo per passare la domenica!

Share

nov
24
2003

Lunedì di cacca!

Buon giorno!
Qualcuno mi potrebbe insegnare come si fa a farsi le proprie ragioni, a farsi ascoltare, a parlare chiaramente? Evidentemente mi sfugge qualcosa… AIUTO!!
Fo un passo avanti e due indietro… o come mai?

Share

nov
24
2003

l’importante e’ farli

allora sara, andrea mi ha aggiornato la tua situazione e ti posso dire solamente una cosa ….
Non preoccuparti del futuro.
Oppure preoccupati , ma sapendo che questo ti aiuta quanto masticare un
chewing-gum per risolvere un’equazione algebrica.
I veri problemi della vita saranno sicuramente cose che non t’erano mai
passate per la mente.
Di quelle che ti pigliano di sorpresa alle quattro di un pigro martedì
pomeriggio.
Fa’ una cosa, ogni giorno che sei spaventato.
Canta.
Non esser crudele col cuore degli altri.
Non tollerare la gente che è crudele col tuo.
Lavati i denti.
Non perder tempo con l’invidia.
A volte sei in testa.
A volte resti indietro.
La corsa è lunga e alla fine è solo con te stesso.
Ricorda i complimenti che ricevi, scordati gli insulti.
Se ci riesci veramente dimmi come si fa.
Conserva tutte le vecchie lettere d’amore, butta i vecchi estratti conto.
Rilassati.
Non sentirti in colpa se non sai cosa vuoi fare della tua vita.
Le persone più interessanti che conosco, a ventidue anni non sapevano che
fare della loro vita. I quarantenni più interessanti che conosco ancora non lo sanno.
Prendi molto calcio.
Sii gentile con le tue ginocchia, quando saranno partite ti mancheranno.
Forse ti sposerai o forse no.
Forse avrai figli o forse no.
Forse divorzierai a quarant’anni.
Forse ballerai con lei al settantacinquesimo anniversario di matrimonio.
Comunque vada, non congratularti troppo con te stesso, ma non rimproverarti
neanche.
Le tue scelte sono scommesse.

Come quelle di chiunque altro.
Goditi il tuo corpo. Usalo in tutti i modi che puoi.
Senza paura e senza temere quel che pensa la gente.
E’ il più grande strumento che potrai mai avere.
Balla.
Anche se il solo posto che hai per farlo è il tuo soggiorno.
Leggi le istruzioni, anche se poi non le seguirai.
Non leggere le riviste di bellezza.

Ti faranno solo sentire orrendo.
Cerca di conoscere i tuoi genitori.
Non puoi sapere quando se ne andranno per sempre.
Tratta bene i tuoi fratelli. Sono il migliore legame con il passato
e quelli che più probabilmente avranno cura di te in futuro.
Renditi conto che gli amici vanno e vengono.
Ma alcuni, i più preziosi, rimarranno.
Datti da fare per colmare le distanze geografiche e di stili di vita,
perchè più diventi vecchio, più hai bisogno delle persone
che conoscevi da giovane.
Vivi a New York per un po’, ma lasciala prima che ti indurisca.
Vivi anche in California per un po’, ma lasciala prima che ti rammollisca.
Non fare pasticci coi capelli, se no quando avrai quarant’anni
sembreranno di un ottantacinquenne.
Sii cauto nell’accettare consigli, ma sii paziente con chi li dispensa.
I consigli sono una forma di nostalgia.
Dispensarli è un modo di ripescare il passato dal dimenticatoio, ripulirlo,
passare la vernice sulle parti più brutte e riciclarlo per più
di quel che valga.
Ma accetta il consiglio… per questa volta.
tratto dal film “The Big Kauna”
non dice niente ma dice anche tutto

a volta sei in testa a volte resti indietro la corsa e’ lunga ma alla fine e’ solo con te stesso ….
accetta il conisglio per questa volta

Share

nov
24
2003

ma che bella domenica!!!!

devo dire che rimpiangerò per sempre una domenica passata così …….
andrea non smetterò mai di ringraziarti
partire così, senza aver programmato niente, due ore di macchina e ritrovarsi in un fiume bollente al chiaro di luna, silenzio, solo noi e la natura….
per non parlare poi di quello splendido ristorantino che abbiamo trovato per caso …e la zuppa di farro …pecorino e miele …
andrea devo dire che bisogna sempre darti ascolto ….

Share

nov
20
2003

ESAGERATO!!!

Era tanto che un film non mi faceva quest’effetto.
BELLO! BELLO! BELLO!
Mi sembrava di essere un bambino che vede per la prima volta
GIG ROBOT D’ACCIAIO!
Ma perchè non ce ne sono di più di film così?!
E il bello è che era solo la prima parte… c’è da aspettare l’anno nuovo per vedere la seconda… non vedo l’ora!

Nella casa ci dovrà essere per forza una spada da samurai!

Share

ott
18
2003

e’ bello vedere che………

e’ bello vedere che come una persona si possa dimenticare cosi’ presto di te …… ti domandi cosa puoi aver lasciato nella vita dell’altro fino a renderti conto che forse o quasi probabilmente non sei stato veramente niente…… una volta una persona mi ha detto le storie come iniziano finiscano ma in ogni caso le porti dentro di te………..forse non e’ cosi che va sempre …..
la vita e’ bella nonostante ….. allora diciamo che possa essere stato un nonostante ……..

Share

lug
21
2003

GRAZIE

NON SONO DOVE RIESCI A TROVARLE, MA SICURAMENTE RIESCI A TOCCARE DENTRO ……
VORREI TANTO POTER VEDERE GIA’ ADESSO LE MERAVIGLIE MA SONO ANCORA TROPPE LE PAURE …..
TI VOGLIO BENE

Share

lug
18
2003

“Appoggiati alle tue paure…

…sfidale a toccare il massimo e sbaragliale quando ci provano.
Se non lo farai, si cloneranno,
moltiplicandosi come funghi fino a circondarti,
bloccando l’accesso alla vita che desideri.
Ogni cambiamento che temi è aria vuota camuffata a sembrare orrido
inferno…

Supera la tua paura e vedrai meraviglie…”

(Richard Bach)

Share

giu
23
2003

almeno mettici l’originale ….

ps: ora vengo li , da te biondina che untummi rispondi al telefono .
sono le 3.53 , arriverò alle 5 , se nn tu mi rispondi neanche al campanello prima provo con il clacson , poi suono alla tullia (anzi no) , poi ti tiro i sassi dalla piazza , acapito ? e se nn tu mi senti rubo un camion per fare i traslochi e col carrello ti entro dalla finestra e poi ti posto il caffè (perchè a quel punto saranno le 8). o vediamo !

Share

giu
18
2003

ci riprovo

Share

giu
17
2003

il logo

ma il logo non l’hai allegato… o sono io che non riesco a vederlo?

Share

giu
17
2003

nuovo logo

ho deciso che il nuovo logo di questo sito sara’ questo

Share

giu
11
2003

Applauso

Otty, dopo questa ti posso solo dire…
SEI SEMPRE IL MIO EROE PREFERITO!

Smack!

Non c’è dubbio… sei tornata di nuovo in forma!
Ci penserò…

Share

giu
10
2003

RIPETO ” UN GRAN DILEMMA “

Allora, andrea, devo riflettere un po’ sul tuo colore di capelli e dato che ieri mi sei tornato nero corvino ti devo ammettere che mi piacevi molto piu’ ramato -
e se e’ vero che i capelli riflettono molto lo stato d’animo di una persona devo dedurre che mi sei tornato incupito -
2 possono essere le soluzioni ;
la prima ed e quella piu’ istintiva e irrazionale e’ di andare in culo al tuo capo e di rifarti un gran bel rosso ancora piu’ acceso e succede quel che succede -
la seconda e’ sempre quella piu’ facile, se cosi la si vuol chiamare, perche’ non devi far altro che aspettare -
a te la scelta ma bada bene che qualsiasi soluzione porta sempre a qualcosa -
qui ci voleva la casa en el aire -
ARRIVEDERCI

Share

giu
10
2003

UN GRAN DILEMMA

SEI

Share

giu
06
2003

Fototessera ricordo

Siccome che devo andare in Albania e siccome che non c’ho il passaporto stamani mi sono fatto una fototessera, che è questa


Poi l’ho guardata e ho pensato: sarà un problema ritornare in qua con una faccia così…

però sono contento di averla fatta perchè non c’avevo nemmeno una foto col capello fiammato e entro martedi devo tornare nero perchè c’ho un convegno e il boss m’ha detto che se mi presento così mi manda a dirigere il traffico.

Dimà, quella cosa sotto era una prova, non volevo pubblicarla, ma quest’aggeggio me l’ha pubblicata lo stesso…saicchè! Io ce la lascio

Share

mag
15
2003

un misto tra bob marley , don king e lenny kravitz

l’unica cosa che mi conforta è che non sono l’unico 30enne con la sindrome di peter pan qua dentro , eh ?

Share

mag
09
2003

SI RIPIGLIA …..

Allora, si sta’ ripigliando, piano piano ma ci si ripiglia……
Barcellona sta’ diventando quasi un ricordo, un gran bel ricordo e non soprrattutto per il viaggio in se, ma perche’ per un attimo ti fermi e riesci anche a vedere quel gran foglio bianco …………….
Allora, il prossimo evento sara’ il compleanno del mongi ( che si svolgera’ presso il quartiere n.4 della famiglia benassi)in versione sorpresa nuovo look ma ancora rimane in segreto …. e t’hai trentanni anche te!!!!!
Il tutto accompagnato da una fresca, saporita ma soprattutto alcolica sangria ; produzione MILA/RITA e non si garantisce niente ………..
ola

Share